Demolizioni in aree vincolate, sospensione fino al 31 dicembre

Il disegno di legge di conversione in legge del D.L. 28 aprile 2010, n. 62, recante temporanea sospensione di talune demolizioni disposte dall’autorità giudiziaria in Campania, è stato approvato dal Senato con modificazioni nella seduta del 26 maggio 2010.

Queste le modifiche apportate in sede di conversione:

All’articolo 1, al comma 1, dopo le parole: «di tutela paesaggistica,» sono inserite le seguenti: «da attuare in sede di redazione del piano paesaggistico di cui all’articolo 143 del codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n.  42,»;

al comma 2, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «In tale ultimo caso, si procede alla demolizione dopo il 31 dicembre 2010, ove la violazione del vincolo risulti dal piano paesaggistico di cui all’articolo 143 del citato codice di cui al decreto legislativo n. 42 del 2004, adottato entro il predetto termine, ovvero in caso di mancata adozione del medesimo piano entro il medesimo termine».

La modifica estende, di fatto, la portata applicativa della norma anche agli abusi realizzati (entro il 31 marzo 2003) nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico (tra le quali, i territori dei sei comuni dell’isola d’Ischia), sia pure limitando il periodo di operatività del meccanismo di sospensione ex lege (in presenza degli ulteriori presupposti) al 31 dicembre 2010.

Il disegno di legge è stato trasmesso alla Camera il 27 maggio ed assegnato alla VIII Commissione Ambiente.

Comments

  1. says

    Nella seduta di martedì, 8 giugno 2010, la Camera dei Deputati ha approvato la pregiudiziale di costituzionalità e, di conseguenza, deliberato di non procedere all’esame del disegno di legge di conversione.

Rispondi